Orto sul balcone

Se non hai un giardino dove coltivare le tue verdure preferite, puoi creare il tuo orto sul balcone!come coltivare l'orto sul balcone

Perché coltivare l’orto sul balcone?

Coltivare l’orto ci fa bene fisicamente e trascorrere del tempo in mezzo alle piante ci rilassa. Se non hai un giardino non devi scoraggiarti e rinunciare alla coltivazione delle tue verdure o aromatiche preferite. Anche sui più piccoli dei balconi o sul davanzale delle finestre si possono creare piccoli orti e poi, perché no, raccoglierne anche i frutti.

L’orto può essere coltivato in spazi molto piccoli e stretti, l’importante è usare la creatività.Cosa coltivare sul balcone

Cosa coltivare?

Ci sono verdure che hanno bisogno di pochi accorgimenti. Abbiamo pensato di aiutarti e con una selezione degli ortaggi più facili da coltivare:

Tutte le lattughe;

Pomodori senza palo come il Datterino lobello, il Datterino Baby Trilly, il Pomodoro Ovale Luana, Cuor Ligure Cuorbenga e tutti i pomodori innestati;

Carote e cipolle;

Melanzane;

Bietole da taglio e da costa;

Zucchine;

Sedano;

Peperoni, anche quelli piccanti;

Fragole 4 stagioni;

Infine, Basilico, Prezzemolo, Rucola, Rosmarino, Salvia, Timo e Menta.Come coltivare l'orto sul balcone

La scelta dei vasi e del materiale

In base allo spazio a disposizione per il tuo orto, puoi scegliere vasi tondi o a cassetta. È consigliabile utilizzare dei vasi a partire da un diametro di 30 cm. Il materiale dei vasi non è importante, puoi scegliere vasi in plastica, terracotta o legno. L’aspetto più importante nei vasi è che ci siano i fori in fondo per facilitare il drenaggio dell’acqua.

Inoltre, avrai bisogno di:

  • Fili e i tutori di sostegno per aiutare lo sviluppo verticale delle piante rampicanti;
  • Terriccio, in negozio troverai il completo di Vigorplant oppure quello specifico per l’orto di Compo.
  • Concime, puoi utilizzare quello universale in granuli, Concime Bio in granuli oppure in liquido da diluire;
  • Guanti;
  • Annaffiatoio;

 

Il trapianto

Le piantine da orto che troverai in Iperverde sono già pronte per il trapianto. Il travaso va fatto rispettando le distanze tra le piantine, ogni pianta necessita di un proprio spazio vitale per svilupparsi al meglio. Sarebbe bene lasciare almeno 50- 70 cm di distanza tra le piante di zucchine, 40 cm per pomodori, peperoni, melanzane, cetrioli, cavoli, 35 cm per le cicorie, 25 cm per lattughe, bietola, sedani, finocchi, 10 cm per cipolle, porri, agli, rucola, 3 cm per carote, ravanelli, prezzemoli. I lattughini da taglio possono essere trapiantati senza distanziare i cubetti tra loro e crescono bene anche in condizioni di luminosità più scarsa.

Concimazione

Le piantine da orto hanno bisogno di nutrienti per crescere e dare frutti abbondanti. Bisogna ricordarsi di concimare le piante evitando di porre il fertilizzante a contatto delle radici. Solitamente gli ortaggi hanno bisogno di un’integrazione mensile di fertilizzante.

Annaffiature

Subito dopo il trapianto devi effettuare una buona irrigazione, poi per le piante da frutto (pomodori, peperoni, ecc.) attendiamo sempre che il terriccio in superficie sia ben asciutto prima di procedere ad una nuova innaffiatura che non deve essere mai troppo abbondante. Per le lattughe la frequenza sarà maggiore, ma sempre attendendo una visibile, leggera asciugatura superficiale. Di estate la pianta va innaffiata con più regolarità. Nei periodi freschi, nel dubbio, attendiamo che le piante si dimostrino leggermente assetate prima di irrigarle, piuttosto che esagerare esponendole ai rischi del ristagno idrico, specialmente se la nostra esposizione non è in pieno sole a pomeriggio.

Se hai bisogno di altri suggerimenti, saremo lieti di aiutarti!