Oggi 23 marzo festeggiamo la giornata mondiale delle tartarughe!

 

tartarughe da terra giornata mondiale

Il 23 marzo si celebra la Giornata Mondiale delle Tartarughe. 
Questo per promuovere il rispetto e le conoscenze su questi antichi rettili e la consapevolezza sul pericolo di estinzione di numerose specie di tartarughe e la scomparsa del loro habitat naturale in tutto il mondo.
Le tartarughe esistono da 200 milioni di anni, ma stanno rapidamente scomparendo come numero e come specie in conseguenza dell’inquinamento e della distruzione degli ambienti naturali.
Molte specie si sono recentemente estinte, o stanno per estinguersi, e moltissime altre sono destinate a scomparire nei loro habitat di origine entro i prossimi decenni.

Ecco cosa potete fare concretamente per aiutare le tartarughe, sia libere che in cattività:

  • Non raccogliete tartarughe dal loro habitat, sia in Italia che all’estero (in particolare nei Paesi dei Balcani e del nord Africa). Non solo non è etico, ma rischiate anche multe severissime.
  • Se trovate una tartaruga ferita, raccoglietela e avvertite il Corpo Forestale dello Stato o portatela da un veterinario per le cure di emergenza.
  • Prima di adottare una tartaruga, o se già ne possedete, studiate con cura quali sono le loro necessità di gestione, per fornire loro le condizioni migliori possibili.
  • Accertarsi che la tartaruga acquistata abbia i regolari documenti.
  • Se non potete più tenere una tartaruga non abbandonatela per nessun motivo, ma affidatela ad un’associazione protezionistica.
  • Educate i bambini fin da piccoli al rispetto di tutti gli animali, compresi i rettili, e fate capire loro che sono esseri viventi capaci di soffrire come noi.


Molti posseggono una tartaruga di terra, e questa è la stagione del suo risveglio!


In occasione della giornata mondiale delle tartarughe vogliamo ricordare come aiutarle ad uscire da questo delicato periodo.
Generalmente il risveglio delle tartarughe di terra avviene tra marzo/aprile, in primavera, quando le temperature ricominciano a salire in modo stabile al di sopra dei 10° e i raggi del sole iniziano ad essere più caldi.
Anche il momento del risveglio, come quello del letargo, è molto delicato.
Le tartarughe appena risvegliate sono deboli e disidratate.
La prima cosa da fare è fornire acqua alla nostra testuggine, che avrà bisogno di idratarsi.
É utile farle dei bagni tiepidi, lasciandola immersa in acqua bassa (facendo attenzione che non possa annegare!) per stimolare la ripresa delle funzioni fisiologiche.
Nel momento in cui la tartaruga riprenderà a bere e a urinare, vorrà dire che il suo sistema organico ha ripreso a funzionare.


Non spaventiamoci se la tartaruga non mangia da subito!

Potrebbero passare dei giorni prima che la testuggine riprenda a nutrirsi.
Ovviamente, se percepite qualcosa che non va, se notate che la tartaruga dopo qualche giorno non apre gli occhi, se emette molti suoni simili a dei soffi, è il caso di farla controllare da un veterinario.


Cosa fare al momento del risveglio?

  • Per prima cosa dobbiamo osservare la tartaruga, verificare il carapace, gli arti, gli occhi per vedere se c’è qualche segno di sofferenza o malattia, come infezioni e/o ferite.
  • In secondo luogo dobbiamo verificare se le funzioni fisiologiche ripartono e quindi se l’animale beve e urina.
  • Successivamente osserviamo se riprende la nutrizione spontanea e la defecazione, questo ci darà il segnale di una ripresa del funzionamento gastro-intestinale. Al risveglio, per agevolare la ripresa delle forze è consigliato offrire alla nostra tartaruga della verdura con aggiunta di calcio e vitamine in polvere.
  • Fate attenzione alla respirazione, cercando di notare se l’animale sbadiglia in continuazione, se il naso cola o comunque se ci sono chiari segni di difficoltà respiratoria, in questo caso contattare il veterinario.


Pensate che nel periodo di ibernazione questi animali perdono ogni mese l’1% della loro massa corporea. É perciò consigliato non prolungare il letargo per più di 4 mesi, soprattutto per gli esemplari giovani!

Se ti vengono dubbi o sei sei interessato a queste bellissime creature, passa a trovarci nel reparto Pet Shop.
Se ti servono degli accessori per creare l'habitat ideale per la vostra tartaruga, visita la sezione dedicata ai rettili sul nostro sito.